P.A. CROCE VERDE FINALBORGO

dal 1922 al vostro servizio

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Vuoi fare un’esperienza concreta nell’aiuto delle persone in condizioni di Emergenza ?

C’è un’occasione per te !!!! Entra nei Volontari di Protezione Civile della P.A. Croce Verde di Finalborgo !!

 

Col termine Protezione Civile s'intendono tutte le strutture e le attività messe in campo dallo Stato per tutelare l'integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi.

Trattandosi di un "sistema", è evidente che la Protezione Civile italiana si serve, sia in tempo di pace che in emergenza, di tutte le forze già esistenti, nonché di un grosso numero di volontari  . È infatti il cittadino il soggetto principale e fondamentale del sistema di protezione civile .

La Pubblica Assistenza Croce Verde di Finalborgo partecipa al sistema di Protezione Civile , interviene utilizzando i propri mezzi e impegnando i propri volontari, andando a costituire la colonna  mobile regionale di Protezione civile.

Affinchè i suoi volontari siano in grado nel momento dell'emergenza di gestire i soccorsi in modo adeguato e di effettuare con tempestività operazioni di intervento e salvataggio occorrono : la preparazione professionale , le attrezzature , le esercitazioni , le attività di previsione e prevenzione .

Ma soprattutto occorrono i Volontari !!!!!

Entra nei Volontari di Protezione Civile della P.A. Croce Verde di Finalborgo !!

Una garanzia nell'emergenza

La prevenzione, la gestione dell'emergenza, la sicurezza !

”Poiché la vita è un dono , spendiamola anche per gli altri !!! Ti aspettiamo !!!!”

 

Per info : Contatta i Responsabili presso la Sede

P.zza Milite Ignoto 8 –Finale Ligure Borgo

Tel.019/691325

 Protezione Civile

Il volontariato di protezione civile è nato sotto la spinta delle grandi emergenze che hanno colpito l'Italia negli ultimi 50 anni: l'alluvione di Firenze del 1966 e i terremoti del Friuli e dell'Irpinia, sopra tutti. Una grande mobilitazione spontanea di cittadini rese chiaro che a mancare non era la solidarietà della gente, ma un sistema pubblico organizzato che sapesse impiegarla e valorizzarla. Il volontariato di protezione civile unisce, da allora, spinte di natura religiosa e laica e garantisce il diritto a essere soccorso con professionalità.

Con la legge n. 225 del 24 febbraio 1992, istitutiva del Servizio Nazionale della Protezione Civile, le organizzazioni di volontariato hanno assunto il ruolo di "struttura operativa nazionale" e sono diventate parte integrante del sistema pubblico.

Il Dipartimento della Protezione Civile - a seguito del decentramento amministrativo - stimola, anche nelle autonomie locali, una forte identità nazionale del volontariato di protezione civile per favorire una pronta risposta su tutto il territorio. Il volontariato si integra inoltre con gli altri livelli territoriali di intervento previsti nell'organizzazione del sistema nazionale della protezione civile, in base al principio della sussidiarietà verticale. È inoltre attore del sistema e del proprio territorio: protegge la comunità in collaborazione con le istituzioni, in base al principio della sussidiarietà orizzontale-

Per verificare e testare i modelli organizzativi d'intervento in emergenza, il Dipartimento e le Regioni promuovono esercitazioni che simulano situazioni di rischio a cui le organizzazioni di volontariato partecipano. Come struttura operativa del sistema nazionale di protezione civile, possono anche promuovere e organizzare prove di soccorso che verificano la capacità di ricerca e intervento.

http://www.anpas.org/attivita/protezione-civile.html   questo il link di rimando

Anche la P.A. Croce Verde ha al suo interno un gruppo di Protezione Civile che opera per tutelare l'integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell'ambiente dai danni o dal pericolo di danni che derivano da calamità naturali, catastrofi e altri eventi calamitosi. Le sue attività principali sono la previsione e la prevenzione dei vari scenari di rischio; il soccorso alla popolazione e ogni attività volta al superamento dell’emergenza . 

 

Come diventare Volontario

Chi desidera diventare volontario di protezione civile può, al momento dell'iscrizione presso un'organizzazione di volontariato di protezione civile come la Pubblica Assistenza di Finalborgo valutare una serie di elementi che caratterizzeranno la propria attività nel settore scelto:

• ambito territoriale di evento (nazionale, regionale, comunale ecc.);

• ambito dimensionale dell'evento (tipo a), tipo b), tipo c) in base all'articolo 2 della legge n. 225 del 1992);

• disponibilità richiesta;

• vicinanza della sede alla propria abitazione.

Per altre informazioni o per effettuare l'iscrizione, contattaci 

                                  

IO NON RISCHIO

Dal 2011 Anpas ha proposto e condiviso con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, INGV e Reluis, la campagna di prevenzione Io non rischio .

Il sistema più efficace per difendersi da un rischio è conoscerlo. Questo tipo di conoscenza, per essere realmente utile, di solito comporta un livello di approfondimento che difficilmente può essere comunicato con un semplice spot radiofonico o televisivo.

L’ideale, per un cittadino, sarebbe poter parlare con qualcuno capace di raccontargli tutto quello che occorre sapere sul terremoto, sul maremoto o su qualsiasi altro rischio, magari incontrandolo direttamente nella sua città, in piazza, un sabato o una domenica mattina. Ed è qui che si è accesa la lampadina: i volontari di protezione civile!

Le associazioni di volontariato di protezione civile sono presenti in tutta Italia. I volontari vivono e operano sul proprio territorio, lo conoscono e a loro volta sono conosciuti dalle istituzioni locali e dai cittadini. Chi meglio di loro per fare informazione sui rischi che su quel territorio insistono?

Da questi presupposti è nata l’idea originaria di Io non rischio. Formare i volontari di protezione civile sulla conoscenza e la comunicazione del rischio per poi farli andare in piazza, nella loro città, a incontrare i cittadini e informarli. Un’idea concepita e proposta da Anpas e subito sposata dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’Ingv e da ReLuis, e poi progressivamente allargata ad altre associazioni di protezione civile. Perché se è vero che le idee camminano con le gambe delle persone, per un’idea come questa di gambe ce ne vogliono davvero tante.

Anche Finale Ligure con la Croce Verde e l’AIB sezione locale parteciperà in una piazza della Città all’evento nei giorni 15 e 16 ottobre .

 

http://iononrischio.protezionecivile.it/

 

 - Organizzazione struttura Anpas protezione civile  

 - Tipi di eventi 

Se hai bisogno di un'ambulanza urgente

CHIAMA IL  112

NUMERO UNICO DELL'EMERGENZA

IL SERVIZIO E' GRATUITO

Leggi tutto

Calendario Eventi

Nessuna evento nel calendario
Ottobre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Sostienici

Seguici su facebook

cerca nel sito